Laureato in «Sociologia», è presidente della «Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile». Dal 2009 al 2013 è stato titolare dell’insegnamento di «Progettazione ambientale», Corso di Laurea in Architettura del Paesaggio, presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma; dal 2002 al 2006 è stato docente incaricato presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Facoltà di Scienze geografiche, titolare del corso di «Legislazione dell’Ambiente» e, negli anni 2004-2006, anche del corso di «Rischio ambientale». Dal 2001 al 2005 ha svolto numerose attività di ricerca quale presidente dell’«Istituto Sviluppo Sostenibile Italia» (ISSI). Dall’aprile del 1996 all’aprile del 2000 è stato Ministro dell’Ambiente e ha realizzato le seguenti riforme ambientali: per la gestione dei rifiuti (D.Lgs. n. 22/1997, cosiddetto “Decreto Ronchi”); per lo sviluppo e la qualificazione degli interventi in campo ambientale (Legge n. 344/1997); per la tutela dell’ozono atmosferico (Legge n. 179/1997); per la tutela degli habitat naturali della flora e della fauna selvatica (DPR n. 357/1997); per la prevenzione del rischio idrogeologico (Legge n. 267/1998); per la tutela delle acque dall’inquinamento (D.Lgs. n. 152/1999); per la tutela della qualità dell’aria (D.Lgs. n. 451/1999); per il controllo dei rischi da incidenti rilevanti (D.Lgs. n. 334/1999); per la prevenzione e la riduzione integrate dell’inquinamento (D.Lgs. n. 372/1999). Quale membro del Consiglio Europeo dei Ministri dell’Ambiente ha svolto numerose attività in ambito europeo e internazionale: dalla partecipazione alla definizione del Protocollo di Kyoto – che ha firmato per conto dell’Italia – alla preparazione di molteplici nuove Direttive europee: sulle acque, sulla riduzione delle emissioni delle automobili e dei veicoli pesanti, sugli organismi geneticamente modificati; in materia di incenerimento dei rifiuti, di inquinamento atmosferico, di grandi impianti di combustione, e sullo smaltimento dei rifiuti in discarica.

Laureato in «Ingegneria civile – Edile», ha conseguito la libera docenza in «Urbanistica» nel 1967, poi confermata nel 1972. Competente animatore del dibattito urbanistico e cultore di princìpi solidali e sostenibili per il governo delle città come bene comune, per la difesa del suolo e per la conoscenza del territorio, è stato Professore incaricato di materie attinenti l’urbanistica (1972-1976) presso il Corso di Laurea in Urbanistica dell’IUAV Istituto Universitario di Architettura di Venezia, e Professore Straordinario di «Urbanistica» (1976-1979); successivamente Ordinario di «Progettazione del territorio» (1979-1993) presso l’IUAV, e titolare del corso di «Fondamenti di urbanistica» dal 1993. È stato presidente del Corso di Laurea in «Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale» dell’IUAV (1994-2001) e Preside della Facoltà di «Pianificazione del territorio» (2001-2002). È stato membro del Consiglio direttivo nazionale dell’INU Istituto Nazionale di Urbanistica (1972-1993), e ne è stato presidente nazionale (1983-1991). È stato fondatore e direttore di Urbanistica Informazioni, la rivista bimestrale dell’INU (1972-1992). È stato "Membro Esperto" del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici (1971-1974), e nel 1987 è stato nominato Esperto del Ministero dei Lavori pubblici. È stato componente della Commissione incaricata dal Ministero per i Lavori pubblici “di procedere al riordinamento delle disposizioni legislative nazionali in materia di procedure urbanistiche, uso e assetto del territorio”, nel 1988. È stato coordinatore nazionale della Ricerca condivisa Università-MURST (Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica) volta alla costruzione di una rete informativa per la documentazione in materia di architettura, urbanistica, e pianificazione «CriDaup». Consulente di numerose amministrazioni pubbliche per la pianificazione territoriale e urbanistica, fino al 2005 è stato inoltre presidente dell’Associazione IUAV «Archinet», presidente vicario di «Urbandata» (consorzio fra i produttori di informazioni sull’abitare nella Comunità Europea) e membro del Board della International Making Cities Livable Association.

Architetto, PhD in «Architecture for the City and the Landscape», ha conseguito il Dottorato di Ricerca in «Ingegneria Ambientale» con la Tesi: Extraction landscapes. From the active quarry to the disused sites: methodological approaches and future scenarios of the porphyry territory in Trentino, coordinata da docenti dell’Università degli Studi di Trento e dell’Università IUAV di Venezia. È docente di «Architettura e Composizione architettonica» presso il Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Meccanica (DICAM) dell’Università degli Studi di Trento. Con il progetto di ricerca: Tipizzazioni di modellazioni per il recupero di cave esaurite nel 2011 ha vinto il concorso “Fondo per il Paesaggio” bandito dal Servizio Urbanistica e Tutela del Paesaggio della Provincia Autonoma di Trento. In qualità di esperto individuato su designazione dell’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della Provincia di Trento, è membro del Comitato scientifico di «STEP-Scuola per il governo del Territorio e del Paesaggio» in «TSM-Trentino School of Management» istituita dall’Università degli Studi di Trento, con la Provincia Autonoma di Trento e la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Trento.

Presidente della “Abate Zanetti” s.r.l. Scuola del vetro, Murano (Venezia).

Laureato in «Ingegneria meccanica» e in «Ingegneria nucleare», è stato direttore dell’Agenzia Italiana per la Promozione della Ricerca Europea e ha operato presso la Direzione Affari Internazionali dell’ENEA, occupandosi di collaborazioni bilaterali con i Paesi in via di sviluppo, dell’est europeo e dell’ex URSS (le attività con questi ultimi Paesi sono state particolarmente mirate sui temi della riconversione a usi civili dei complessi militari e allo smantellamento delle testate nucleari). Ha promosso da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo MiBACT l’istituzione del «Comitato Nazionale “La Storia dell’Energia Solare” CONASES» che ha presieduto dal 2006 al 2013, ed è tra i fondatori del Gruppo per la Storia dell’Energia Solare GSES, di cui è presidente.

Laureato in «Geologia» a indirizzo giacimentologico presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Milano, ha svolto attività professionale con diverse società operanti nel comparto ambientale e ha sviluppato e diretto per la società «Montana» di Milano (società di ingegneria che si occupa di progettazione, consulenza e contracting nel campo ambientale ed energetico) molteplici studi e progetti con particolare riferimento ai seguenti settori: indagini e bonifiche ambientali; studi idrogeologici; progettazione e direzione lavori per impianti di trattamento e stoccaggio di rifiuti. In qualità di consulente partner, nella società «Montana» ricopre il ruolo di responsabile del Settore Rifiuti e Bonifiche.

Architetto, Preside Dirigente Scolastico del Liceo Artistico Statale della Villa Reale di Monza “Nanni Valentini”, è presidente vicario dell’associazione «ISAlife» che sostiene il ripristino dell’ordinamento didattico degli Istituti Statali d’Arte (ISA).

Docente presso la Scuola del vetro “Abate Zanetti”, Murano (Venezia).

Laureato in «Filosofia e Comunicazione» con il massimo dei voti e con Lode presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in «Teoria delle Lingue e del Linguaggio» con la Tesi Testualità e spazialità in semiotica: luoghi e trame per una semiotica del paesaggio. Ha collaborato alle attività didattiche e di ricerca della Cattedra di «Filosofia del Linguaggio» e di «Semiotica» presso la Facoltà di Lettere e Filosofia de “L’Orientale”, ed è stato docente del modulo integrativo di «Semiotica del testo architettonico e paesaggistico» presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Dottore di Ricerca in «Geofisica e Vulcanologia» presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, è Primo Ricercatore dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Sezione di Napoli – Osservatorio Vesuviano. I suoi campi di interesse sono la geofisica, la vulcanologia e la geotermia. È responsabile di progetti di ricerca finanziati dalla Comunità Europea. I suoi studi sono indirizzati alla modellistica fisica dei fenomeni sismici e vulcanici e allo studio delle risorse geotermiche.

Ha conseguito la Laurea in «Ingegneria dei materiali» presso l’Università degli Studi di Messina, e ha svolto attività di ricerca presso l’ITAE (Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia) del CNR. Ingegnere libero professionista, è specializzato nel settore della progettazione impiantistica e consulenza energetica: Energy Manager certificato da ENEA (L. 9 gennaio 1991, n. 10), responsabile uso razionale energia (D.Lgs. 30 maggio 2008, n. 115), “Esperto in gestione dell’energia”; Tecnico antincendio (D.M. 5 agosto 2011, Ministero dell’Interno); Operatore termografico di secondo livello certificato dal RINA di Genova.

Laureata in «Conservazione dei Beni Culturali» presso l’Università degli Studi di Napoli “Suor Orsola Benincasa”, dal 2011 collabora con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Sezione di Napoli – Osservatorio Vesuviano. I suoi campi di interesse sono il recupero, la catalogazione, la contestualizzazione storico-scientifica e la divulgazione di documenti storici e collezioni artistiche facenti parte del patrimonio del ROV.

{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}