Professore Emerito in «Fisica del vulcanismo» presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, è presidente vicario dell’Accademia delle Scienze Fisiche e Matematiche in Napoli. È stato direttore dell’Osservatorio Vesuviano di Napoli, dell’Istituto Internazionale di Vulcanologia del CNR di Catania, e del Dipartimento di Geofisica e Vulcanologia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Componente del Comitato Tecnico Scientifico delle Nazioni Unite per il "Decennio internazionale per la riduzione dei disastri naturali", è stato inoltre Senatore della Repubblica (XI Legislatura) e come tale è stato membro della XIII Commissione permanente "Territorio, ambiente, beni ambientali".

Laureato con Lode in «Fisica» all’Università degli Studi di Pisa, nel 1988 gli è stata conferita la Wager Medal dall’Associazione Internazionale di Vulcanologia e Chimica dell’Interno della Terra (International Association of Volcanology and Chemistry of the Earth’s Interior IAVCEI) per le sue ricerche sulla modellizzazione fisica dei processi vulcanici. È Dirigente di Ricerca dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV presso l’Osservatorio Vesuviano di Napoli, di cui è stato direttore dal 2001 al 2007, ed è stato membro della Commissione Nazionale del Dipartimento della Protezione Civile per l’aggiornamento dei piani di emergenza del Vesuvio e Campi Flegrei.

Senior expert in transport and land-use planning, ha conseguito la laurea in «Architettura» presso il Politecnico di Milano (dove dal 2000 al 2010 è stata docente titolare del corso di «Pianificazione dei trasporti» svolgendo attività didattica e di ricerca come Professore a contratto) e inoltre ha conseguito il Dottorato di Ricerca in «Pianificazione territoriale» presso l’Università IUAV di Venezia. Esperta di pianificazione strategica applicata al settore della mobilità e dei trasporti a scala urbana e regionale, è stata membro del Comitato scientifico e Supervisore tecnico-scientifico per la redazione del Piano Urbano Mobilità Sostenibile (PUMS) di Milano. Ha collaborato alla stesura delle Linee guida dei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile della Commissione Europea nell’àmbito del progetto ELTIS Plus. Svolge attività di ricerca e sviluppo finalizzata alla valutazione ambientale, economica e sociale delle politiche di trasporto, e svolge inoltre attività di formazione presso le amministrazioni pubbliche nel settore della pianificazione dei trasporti e della regolamentazione dei servizi di trasporto pubblico. È direttore di Area Pianificazione dei Trasporti della «TRT Trasporti e Territorio», società di consulenza – con sedi a Milano, a Lecce e a Bruxelles – specializzata in economia, pianificazione e modellistica dei trasporti, che fornisce servizi e svolge attività di ricerca nei settori dell’analisi quantitativa, della pianificazione e della valutazione economica dei sistemi e delle politiche di trasporto e di uso del territorio.

Laureato in «Fisica», è Dirigente Tecnologo dell’Osservatorio Vesuviano di Napoli di cui è stato responsabile dell’Unità Funzionale “Centro di Monitoraggio”, e coordinatore nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV per l’obiettivo “Sorveglianza sismologica delle aree vulcaniche attive”. Dal 2010 è membro del gruppo di lavoro nominato dal Dipartimento della Protezione Civile per i piani di emergenza del Vesuvio e Campi Flegrei.

Laureato in «Scienze geologiche» presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, è Ricercatore Geofisico presso l’Osservatorio Vesuviano di Napoli; ha svolto ricerche nei settori della sismologia e della vulcanologia finalizzate alla comprensione dei processi geodinamici e alla mitigazione dei rischi.

Laureata con il massimo dei voti, con Lode e con pubblicazione della Tesi, presso la Prima Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, con co-Relatori afferenti lUniversità degli Studi di Firenze e lUniversità IUAV di Venezia, ancora laureanda è stata chiamata a collaborare alle attività della Cattedra di «Cultura tecnologica della progettazione», Prima Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. Architetto urbanista territorialista, storica dellurbanistica e storica della tecnologia architettonica, Maria Giulia Marziliano ha svolto attività didattica e di ricerca occupandosi anche di saggistica e divulgazione scientifica, caratterizzando i propri studi (documentati da oltre cento titoli pubblicati, tra libri, saggi, articoli, curatele e opere monografiche) con un approccio inteso a porre in connessione i diversi orizzonti del progetto architettonico e urbanistico nellinsieme degli aspetti disciplinari, con approfondimenti trasversali alle numerose scienze che convergono nella progettazione euristica tra le quali, in particolare: filosofia, semiotica, antropologia culturale, sociologia urbana. Risultando ripetutamente vincitrice di concorsi banditi per laffidamento di incarichi di docenza, è stata titolare sia di corsi riferiti alle materie tecnologiche e sia di insegnamenti afferenti le materie urbanistiche presso la Facoltà di Architettura di Ferrara (dove le è stato assegnato anche il ruolo di Manager Didattico unico della Facoltà), presso la Facoltà di Ingegneria di Bologna e la Facoltà di Architettura di Firenze. LAlma Mater Studiorum Università di Bologna nel 2009 le ha conferito la certificazione dei titoli scientifici e professionali posseduti anche per il Settore Scientifico Disciplinare M-STO/04 (Discipline storiche). Oltre a esercitare tali attività, larchitetto Maria Giulia Marziliano ha occupato una posizione direttiva in ambito editoriale: è stata condirettore del periodico HydroGeo. La rivista bimestrale di tecnica, cultura e scienza del territorio (ISSN: 1971-5447), e del periodico Ambiente Territorio. Cultura dell'ambiente e scienza del territorio (ISSN: 1971-5455); successivamente ha assunto la direzione editoriale del periodico L'Ambiente antropico: territori, città, architetture (ISSN: 2282-832X) e, inoltre, è stata direttore responsabile del periodico Sezione aurea: cultura, arte, ricerca (ISSN: 2284-3841).

Laureata in «Ingegneria civile – Trasporti» presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Genova con il massimo dei voti e con Lode (e Tesi con dignità di stampa), ha iniziato l’attività accademica nella medesima Facoltà dove è docente di «Costruzioni navali». Ha acquisito ampia esperienza nel settore della progettazione, della direzione dei lavori, del collaudo e della sicurezza di opere di edilizia pubblica e privata, e durante l’attività professionale ha svolto numerose consulenze tecniche e perizie nei settori dell’analisi statica e dinamica delle strutture, della sismica e della geotecnica. È iscritta all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Genova, di cui è stata presidente, ed è Socio onorario dell’Associazione Ingegneri Periti di Avarie Marittime AIPAM. Inoltre è iscritta all’Albo dei Periti e dei Consulenti Tecnici del Tribunale di Genova, fa parte del Comitato tecnico-amministrativo del Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche della Lombardia e della Liguria, ed è presidente e direttore tecnico Team Project Leader dello Studio di progettazione «Archimede – Ingegneria e Architettura» di Genova.

Architetto, svolge attività di ricerca e di supporto alla didattica nel Laboratorio di «Progettazione architettonica 1» e nel corso di «Architettura degli Interni» presso il Dipartimento di Architettura e Progetto DiAP, “Sapienza Università di Roma”, dove è Dottore di Ricerca in «Architettura – Teorie e Progetto». Conduce ricerche in particolare sui temi della crisi dei rifiuti nella città contemporanea; promuove e cura progetti partecipativi con l’associazione Esperimenti Architettonici (di cui è presidente) e Urban Experience (associazione membro della consulta di indirizzo del SIF Sustainability International Forum). È componente del Gruppo «nITro New Information Technology Research Office», ed è condirettore di On/Off Magazine: online magazine powered by nITroSaggio.

Architetto, è Ricercatrice presso l’Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l’Innovazione SiTI di Torino. La sua attività di ricerca riguarda in particolare le tematiche del consumo di suolo, del riuso di aree dismesse, e degli strumenti decisionali per una loro corretta gestione; tematiche che in particolare sono state sviluppate nell’ambito del progetto "CircUse", finanziato dal Programma Central Europe.

Ingegnere elettronico, in ENEA UTICT è responsabile dei sistemi HPC del GRID nel Centro Ricerche “Casaccia”, collabora alla gestione di alcuni Portali Web e siti tematici, coordina e gestisce sistemi di lavoro collaborativo, partecipa ai gruppi di lavoro per l’utilizzo ottimale delle risorse informatiche dell’ENEA.

Ha conseguito la Laurea in «Fisica» presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e il Master in «Fluidodinamica computazionale per applicazioni industriali e di ricerca universitaria» presso il Centro di Ricerca per Studi Superiori della Sardegna (CRS4). È direttore della Divisione REMHI e responsabile del Laboratorio di Meteorologia CIRA. Le sue principali aree di competenza includono lo sviluppo e l’utilizzo di metodi dinamici e statistici per la regionalizzazione del segnale climatico fino alle aree urbane, l’analisi qualitativa e quantitativa della variazione delle caratteristiche (frequenze e intensità) di frane meteo-indotte, piene e magre per effetto dei cambiamenti climatici, e lo sviluppo di tool GIS per il post-processing e la visualizzazione di dati atmosferici osservati e simulati. Dopo essere stata previsore meteo e studiosa del modello COSMO presso l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA) Piemonte, ha vinto una borsa di studio presso l’Earth Simulator Centre (ESC) a Yokohama per collaborare con il gruppo di studio di meteorologia.

Laureato in «Ingegneria nucleare» e specializzato in controlli automatici, elettronica e informatica, dal 2010 è responsabile dell’Unità Tecnica ENEA “Sviluppo sistemi per l’informatica e l’ICT – UTICT”. Le sue principali attività sono connesse alla pianificazione, progettazione e messa in servizio di tecnologie hardware e software finalizzate all’integrazione a livello geografico dei servizi informatici disponibili in ENEA.

{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}